Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Raffaele Bonadies - Consulente Web Marketing e Comunicazione Integrata.
29December 12 cose da fare dopo aver scritto un nuovo post sul blog
167
com_content.category
(1 vote, average 5.00 out of 5)
12 cose da fare dopo aver scritto un nuovo post sul blog5.00 out of 50 based on 1 voters.


Scritto da Raffaele Bonadies  

promuovere un sito con il social media marketing

Hai appena finito di scrivere un nuovo grande post sul blog. Sei eccitato perché hai condiviso le tue idee e competenza con il mondo. Ma cosa devi fare adesso?

Quando sviluppiamo una strategia di Social Media Marketing per un`azienda, il blogging è sempre fondamentale. Un blog aziendale ben curato può portare molto traffico su un sito aziendale coinvolgendo molti lettori e aumentando di conseguenza il posizionamento organico sui motori di ricerca. Ma quello che molte aziende dimenticano è di rendere visibili i contenuti creati.

Anche grandi contenuti possono passare inosservati!!

Dopo aver pubblicato un nuovo post, bisogna lavorare un poco per renderlo visibile ai lettori presenti online. In realtà, all`inizio le uniche persone che possono vedere il post, sono quelle abbonate ai feed RSS del sito. Dopo un poco, lo spider dei motori di ricerca arriverà e il post inizierà a scalare posizioni sui motori di ricerca, raggiungendo se la strategia di social media marketing è fatta bene, i primi posti tra le migliaia di altre pagine web relative allo stesso argomento.

Certo, il tuo post è probabilmente rivoluzionario, ma Google potrebbe non capirlo per mesi.

Piuttosto che fare affidamento esclusivamente sui motori di ricerca e una manciata di abbonati per scalare i risultati organici, gli editori di nuovi contenuti hanno bisogno di stabilire connessioni online e di pianificare azioni di promozione mirate per garantire che ogni articolo venga notato dai potenziali clienti e da blogger di settore.

Ti presento 12 strumenti per promuovere l`articolo del tuo blog:

1. SEO / integrazione di parole chiave

Il tuo contenuto può essere ben scritto, ma integrare le giuste parole chiave può avere un grande impatto sul suo posizionamento nei motori di ricerca e sul traffico che può ricevere. Leggi attentamente il contenuto dell`articolo e scegli i principali argomenti che esso tratta. Inserisci le key phrases e le keywords nello strumento di suggerimento di parole chiave di Google Adwords. Prendi nota dei termini e delle variazioni di ricerca più popolari, torna al tuo contenuto e cercare di rinforzare il titolo del post, il suo contenuto, la descrizione e i vari meta tags con queste parole.

2. Syndication

Uno dei meccanismi più potenti di un blog è il suo feed RSS. Questo semplice metodo di `syndication` permette di postare automaticamente i contenuti del tuo blog in molti siti diversi, tra cui molti social network. Una volta settati i feed RSS sui tuoi siti, non si dove fare altro. Per iniziare, individua il feed RSS del tuo blog e collegalo nei seguenti social network:

Fan Page di Facebook - Nell`area delle applicazioni, cerca il "Social RSS" e settalo in modo da pubblicare i contenuti sulla bacheca della tua pagina.

Profilo personale LinkedIn - Cercare la sezione "Link Blog" o "WordPress" tra le applicazioni sulla pagina del tuo profilo e configurarla per autopubblicare i tuoi contenuti sulla tua bacheca. Chiedi a tutti i tuoi dipendenti di fare la stessa cosa, più dipendenti si hanno e più le potenzialità di avere tanti contatti aumentano.

Plaxo - Anche se non molto popolare, Plaxo è un altro ottimo sito di business networking facilita molto l`aggiunta di un feed automatico per postare i tuoi contenuti.

Social Network Ning - Se possiedi un profilo su questo social network puoi collegare un feed automatico utilizzando il widget di aggiunta RSS, per pubblicare i contenuti del blog sul profilo.

Utilizza Google Currents: la risposta di Google alla popolare applicazione per iPad, Flipboard. Currents rende semplice creare il tuo magazine digitale in tempo reale inviando feed RSS sincronizzati automaticamente ai vari dispositivi tablet. Puoi andare sulla pagina di Google Currents, nominare la tua edizione, inserire il tuo feed RSS, il tuo canale YouTube, il tuo flusso Fickr, gli aggiornamenti di Google+, e una miriade di altri account. È anche possibile personalizzare il look del magazine con elementi vari e combinazioni di colori in soli quindici minuti.

Google+: un social network che continua a svilupparsi, ed è difficile negare il valore SEO di condividere i tuoi contenuti tramite questa piattaforma. Un punto unico di Google+ è che non ci sono limitazioni di caratteri, così si è liberi di includere molto più contenuto all'interno dei tuoi aggiornamenti di stato rispetto alle piattaforme di microbblogging come Twitter. Il mio consiglio e quello di creare contenuto, coinvolgente, e ben ottimizzato con le giuste parole chiave, e con link al tuo blog o sito web.

Pinterest: Se il tuo post ha della buona grafica o una foto originale non dimenticare di postarla su pinterest con un link al tuo sito o blog.

Twitter: Suppongo che tu stia già utilizzando questa piattaforma di microblogging, ma voglio ricordarti di utilizzare hashtags specifici che riguardano l'argomento coperto nel tuo post sul blog. L`aggiunta di un hashtag a un post sul blog è un ottimo modo per estendere la portata dei contenuti oltre i tuoi seguaci. Una buona fetta degli utenti di Twitter segue e monitora alcuni hashtag che stanno loro a cuore, un post in cui si inserisce un hashtag ha una buona probabilità di essere visto e di ricevere un retweet.

Probabilmente già sai quali sono gli hashtags più popolari legati al tuo settore, prodotti / servizi, o materia, ma se non lo sai, è possibile dirigersi scoprire quali sono sul sito hashtags.

Pubblica su altri siti di Social Networking, ce ne sono tanti che permettono di aggiungere feed automatici.

3. Usa URL brevi per i post del blog, prova Bit.ly, Ow.ly, Cli.gs, questi siti offrono anche la possibilita di vedere le statistiche sui click ricevuti, i dati sulle località dalle quali si ricevono, e altro.

4. Gli aggiornamenti di stato

Anche se questo può sembrare abbastanza ovvio, non è così semplice. Certo, potresti semplicemente digitare il titolo del tuo post sul blog in tutte le caselle di stato dei vari social network ai quali sei iscritto, includendo il tuo short link. Ma così facendo potresti perdere gran parte dei click.

Renditi conto del fatto che non tutti i social network sono uguali (ambiente, etichetta sociale, dati demografici/psicografici). Scrivere un post adatto ad ogni social network potrebbe fare una grande differenza.

È inoltre necessario ricordare che quando pubblichi i nuovi contenuti tramite un aggiornamento di stato, solo una piccola percentuale dei tuoi amici/seguaci sarà effettivamente online in quel momento per vederlo. Per massimizzare la probabilità di far vedere il post potrebbe essere necessario inviare più aggiornamenti in giorni diversi e in momenti diversi. Sarà anche necessario cambiare il titolo del post, dato che si rischia di essere bannati d twitter se si invia lo stesso messaggio più volte.

Se il contenuto copre più argomenti, crea un aggiornamento di stato diverso per ogni argomento e diffondili nel corso di qualche giorno. Non dimenticare di chiedere ai tuoi seguaci di condividere il link a loro volta.

Suggerimento per essere piu produttivi: Ci sono molti strumenti online che ti permettono di impostare e pianificare gli aggiornamenti di stato (Hootsuite, Twuffer, Later Bro). Io spesso programmo 4-5 aggiornamenti con diverse varianti sull`headline tutti in una volta e li faccio postare durante tutta la settimana successiva.

5. Occhio ai contenuti dei vari siti

La maggior parte dei siti di social networking e forum online permettono di promuovere contenuti se sono utili e rilevanti per la comunità associata, ma non amano contenuti che siano solo scritti allo scopo di fare autopromozione. Alcuni esempi:

Forum di gruppo su LinkedIn;
LinkedIn Answers;
Gruppi su Facebook;
Nei forum di gruppo del social network Ning;
Forum settoriali e di nicchia.

Una buona strategia è quella di scrivere un titolo interessante o una domanda come titolo del post sul forum, quindi includere alcune riflessioni seguite dalla URL abbreviata. Infine, chiedere ai lettori di fornire un feedback sul forum per continuare la discussione.

6. Social bookmarking

Sebbene questa tecnica non abbia la potenza di una volta, la pubblicazione di contenuti su popolari siti di social bookmarking (Digg , StumbleUpon , Delicious , ecc.) può ancora essere una grande fonte di traffico e backlinks.

7. Cerca altri blog con argomenti simili e commentali per invogliare alla discussione

Fornire utili, preziosi commenti su altri blog può essere un ottimo modo per generare traffico, sviluppare relazioni, costruire un seguito e avere altri backlinks. Se hai appena finito un post su un certo argomento, è il momento di fare una rapida ricerca per trovare altri post che trattano dello stesso argomento su altri blog. Questi altri post sono privi di qualcosa che puoi trovare  sul tuo blog? Aggiungi il tuo punto di vista in maniera genuina, senza fare autopromozione. Se il form dove insrisci il commento ha il campo dove scrivere l`URL del sito web, inseriscilo.

8. Cerca e assisti su Twitter

L`assistenza genuina è uno dei modi migliori per costruire una comunità di fedeli seguaci su Twitter. Una volta che la url berve del tuo post è stata inviata, potrai ricercare su Twitter frasi come: "ho bisogno di aiuto promuovere il mio blog." Ricercare questi tweet ti offre diverse opportunità per aiutare le persone che hanno bisogno di aiuto. Puoi rispondere con qualche consiglio aggiungendo l'URL breve del tuo blog. Il risultato è spesso un nuovo follower su Twitter, un nuovo abbonato al tuo blog e un commento nel blog.

Sono in trepidante attesa dell'uscita di un nuovo servizio (per il momento in versione beta) chiamato NeedTagger, che analizza il contenuto dei tuoi tweet e trova persone su Twitter interessate a discutere le esigenze suggerite nei tuoi post. Utilizzando un pannello specifico, si esaminano i tweet in arrivo e i commenti che soddisfano le esigenze degli utenti iscritti, condividendo contenuti utili. Gli utenti soddisfatti, in cambio cliccano sul tuo link, portando traffico di alta qualità al tuo sito web. NeedTagger tiene traccia dei clic e delle azioni che si generano per ogni collegamento di condivisione, in modo da poter misurare la portata virale dei vari contenuti.

9. Firma e-mail

Un'altra potente tecnica è quella di aggiungere il titolo dell`ultimo post del tuo blog alla firma delle tue e-mail. Molte piattaforme di posta elettronica hanno delle applicazioni (come Wisestamp per Gmail) che inseriscono automaticamente il titolo dell`ultimo post del tuo blog nella tua firma della e-mail. Oppure fallo a mano se lo devi fare. Non si sa mai, un potenziale cliente o fornitore potrebbe leggere uno dei tuoi post, e può nascere una conversazione che crea un'opportunità.

A proposito di mail si puo anche utilizzare il metodo dell`RSS e-mail. A seconda della piattaforma di email marketing che utilizzi ci sono vari modi per gestire gli RSS, è possibile impostare campagne di RSS-email per i contenuti di un blog. Se utilizzi Mailchimp (il mio preferito), questa funzione si imposta facilmente. Crea un  elenco di abbonati al blog, configura un modello mobile-friendly di email, e crea la tua campagna per inviare automaticamente la newsletter quando si lancia un nuovo post sul blog. Aggiungi il modulo di iscrizione al blog alla newsletter e i pulsanti di condivisione in modo da poter continuare ad espandere la tua lista di abbonati.

10. Condividi i tuoi blog con clienti in target

Hai appena creato un post sul blog, e sai che potrebbe essere utile per alcuni tuoi clienti. Cosa stai aspettando? Invia una email con una messaggio: Ho pensato che leggere questo post potrebbe davvero aiutare il tuo business, e l'URL breve al blog. Poi controlla le statistiche per vedere se il link e stato cliccato.

11. Aggiungi il post del tuo blog alla tua prossima newsletter

Se disponi di una newsletter, devi incorporare almeno alcuni dei contenuti del tuo blog. Includere alcuni titoli, e vedere quali post ottengono il maggior numero di click. Potresti scoprire che è necessario scrivere altri post di approfondimento sul tuo blog su un argomento che ha ricevuto molti click.

12. Chiedi ad altri blogger di citare il tuo post

Costruire relazioni con altri blogger che si occupano del tuo settore, chiedendo loro di scrivere un post sul loro blog o di aggiungere un link al tuo post può essere un ottimo modo per espandere la tua portata. Anche questo può portare molti backlink di alta qualità facendoti scalare posizioni sui motori di ricerca, portando traffico al tuo blog e nuovi iscritti.

La prima volta è la più difficile

Come con la maggior parte delle cose della vita, la prima volta può essere difficile e richiede tempo. La configurazione degli account, la conoscenza dell'interfaccia e le funzioni dei vari siti di social networking, etc. Ma gli sforzi saranno ricompensati!! Io di solito dedico un'ora alla promozione dei post dei post del mio blog, ogni volta che scrivo un nuovo articolo. Si noti inoltre che si ha la possibilità di automatizzare molti di questi compiti. La chiave è rendere questo sforzo necessario per promuovere il tuo sito. Scrivere buoni conetenuti senza promuoverli e come andare a pesca con ottima esca avendo dimenticato l`amo a casa.

Risultati immediati e Tracciabili

Se utilizzi i consigli di questo post e implementi gli giusti strumenti di analisi del traffico sul tuo sito/blog, dovresti vedere il tuo duro lavoro essere ripagato quasi immediatamente. Io di solito vedo grandi picchi di traffico e nuove conversioni nel giorno stesso in cui promuovo un nuovo post. Moltiplica questi risultati per un post al giorno sul tuo blog e puoi capire quanto traffico e quanti nuovi contatti puoi avere in poco tempo.

12 cose da fare dopo aver scritto un nuovo post sul blog

Grazie per aver letto: 12 strumenti per promuovere l`articolo del tuo blog.

 
Il link trust nella stategia di link building
166
com_content.category
(1 vote, average 5.00 out of 5)
Il link trust nella stategia di link building5.00 out of 50 based on 1 voters.


Scritto da Raffaele Bonadies  

Il Link Trust

Sul web, dove i motori di ricerca indicizzano migliaia di URL (le buone, le cattive, le peggiori), segnali di trust, merito, intento di ricerca, sono cruciali per ogni risultato di ricerca, incluso una ricerca personalizzata. Questi segnali possono essere determinati in un paio di modi, con un algoritmo che tiene conto di segnali onsite e offsite, o anche senza alcun algoritmo, analizzando fattori offline. Quindi, link, citazioni, inclusioni e connessioni, assieme alla confidenza, l'intento, la credibilità, e la veridicità non sono tutto.

Quali altri segnali ci sono?
Se possedessi un miliardo di dollari, e volessi creare un motore di ricerca, quali dati dovrebbe il tuo algoritmo misurare per produrre risultati utili?
Nel processo di link building, il valore di alcuni link non può essere sottostimato. Perché? Perché è così difficile ottenerli, e si ottengono sulla base di decisioni prese da una persona appassionata di una certa materia. L'abilità di identificare chi e cosa può influenzare il posizionamento organico, è cruciale per ottenere buoni risultati. La vera origine del trust, non è mai la pagina internet, e nemmeno il dominio lo è, il trust nasce da una buona gestione dei contenuti: l'editor di pagina, l'autore, il curatore. Il trust ha quindi origine dalle persone e si manifesta tramite link. Il primo motore a ragionare in questo modo è stato Google, e gli altri lo hanno seguito.

Avvistare segnali di trust

Quali sono i segnali da analizzare quando si cerca un buon sito dal quale ricevere link, nel processo di link building?

Ci sono due risposte a questa domanda, una generica e una specifica.
Risposta generica: un buon sito dal quale ricevere link, sarà diverso per ogni progetto per il quale stai lavorando;
Risposta specifica: Supponiamo di dover trovare link per un sito che tratta di storia del jazz, una buona pagina dalla quale prendere link può essere il sito universitario di storia della musica jazz, poiché se esiste, non è stato creato allo scopo di intraprendere scambi di link o vendita di link, ma solo per aiutare le persone a trovare contenuti originali e approfonditi riguardanti la musica jazz. Un link da un sito del genere invia ai motori di ricerca un segnale di tust molto potente che è in grado di dare un'enorme spinta nelle SERP al sito che ottiene il link.

Contattaci se hai bisogno di pianificare una Strategia di link building.

 
Promuovi il tuo brand con il Social Media Marketing
165
com_content.category
(1 vote, average 5.00 out of 5)
Promuovi il tuo brand con il Social Media Marketing5.00 out of 50 based on 1 voters.


Scritto da Raffaele Bonadies  

Promuovi il tuo Brand con il Social Media Marketing

La nuova frontiera della promozione aziendale e quella di utilizzare il Social Media Marketing, nel mondo del web 2.0, sono sempre di più gli utenti del web che utilizzano social network, blog e community, per scambiarsi opinioni, chiedere consigli, recensire prodotti e fare domande prima di acquistare un prodotto.

I social media sono utilizzati come strumenti di aggregazione e favoriscono l'interazione e l'incontro fra diversi gruppi legati da interessi comuni o diversi individui e subiscono una evoluzione nel tempo, arrivando a diventare vere e proprie fonti di informazioni per chi vuole indagare su un prodotto o un serizio utilizzando il web.

Per interagire con i propri utenti, si possono utilizzare i nuovi strumenti messi a disposizione dal Social Media Marketing. Poiché il social media marketing consente di raggiungere potenziali clienti, e a lungo termine, migliora la propria immagine. Bisogna però stare attenti, l'utilizzo degli strumenti del social media marketing deve essere relegato a chi conosce le dinamiche dei social media, perché possono ritorcersi contro chi non è in grado di utilizzarli.

Vediamo come il social media marketing può aiutare la tua attività

Il social media marketing comprende l'utilizzo di siti di social network, community e siti di broadcasting per migliorare l'immagine di un brand aziendale o quella personale, coinvolgendo i consumatori in modo diretto.

Il social media marketing, consente di creare un sistema attraverso il quale rilevare i feedback dai propri clienti, ottenendo vantaggi nel mglioramento del proprio business.

Dopo un attento studio del target di riferimento della tua attività, Rabon Web è in grado di sviluppare una campagna di social media marketing specifica per il tuo business, individuando quali sono i social network e i siti più vicini alla tua area di attività, e creando contenuti capaci di attrarre utenti potenzialmente interessati al tuo business.

Tramite le opportune strategie di social media marketing, il tuo sito e la tua immagine saranno valorizzate e raggiungeranno utenti interessati al tuo business.

L'utilizzo del social media marketing, produce un aumento della visibilità del tuo brand, uno sviluppo di contatti profilati e nuove opportunità di business.

Nella tua strategia di Web Marketing utilizza il social media marketing.

 
Prec12345678910Succ

Ultimi Articoli

Written on 18/06/2015, 11:45 by raffaele
policy-e-coockie-di-rabonweb-comRabonweb.com è un blog curato da Raffaele Bonadies. Non è una testata giornalistica ma uno spazio web amatoriale (legge n. 62 del 7.03.2001). Tutto il...
Written on 29/12/2013, 04:35 by raffaele
12-cose-da-fare-dopo-aver-scritto-un-nuovo-post-sul-blog Hai appena finito di scrivere un nuovo grande post sul blog. Sei eccitato perché hai condiviso le tue idee e competenza con il mondo. Ma cosa devi fare...
117875
Written on 28/09/2013, 15:18 by raffaele
il-link-trust-nella-stategia-di-link-building Sul web, dove i motori di ricerca indicizzano migliaia di URL (le buone, le cattive, le peggiori), segnali di trust, merito, intento di ricerca, sono...
Written on 28/09/2013, 00:55 by raffaele
promuovi-il-tuo-brand-con-il-social-media-marketing La nuova frontiera della promozione aziendale e quella di utilizzare il Social Media Marketing, nel mondo del web 2.0, sono sempre di più gli utenti del...
Written on 13/08/2013, 00:20 by raffaele
link-building-il-link-prospecting Il link prospecting è il processo mediante il quale si trovano siti potenzialmente utili per attuare la nostra strategia di link building. Come si...
FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixxRSS FeedPinterest